C’è chi cambia e chi no

31 10 2010

Oggi in Italia è entrata in vigore l’ora solare: la scorsa notte le lancette dell’orologio sono tornate indietro di un’ora.

Qui in Etiopia invece l’ora rimane sempre la stessa per tutto l’anno, dunque se pensate a noi, da oggi pensateci due ore più avanti di voi.

Annunci




Un ombrello per tutte le stagioni

20 10 2010

In questo periodo ad Addis Ababa la temperatura non è mai troppo alta, ma il sole è decisamente forte: d’altronde siamo in alta montagna, su un altipiano a 2300 metri sul livello del mare. Per questo, anche ora che non piove tutti i giorni come succede invece da giugno a settembre, l’ombrello resta il migliore compagno di uscite per chi vuole proteggersi dai raggi del sole.





Ethiopian time

16 10 2010

Qui in Etiopia sapere che giorno è richiede un certo impegno per decifrare il calendario. Parlando con un habesha, un etiope, bisogna fare attenzione a capire bene se per esempio il 15 del mese è quello che abbiamo sulle nostre agende noi ferengi oppure quello del calendario in vigore qui.

Anche chiedere “che ore sono?” è una questione abbastanza complicata: gli etiopi dividono la giornata in due cicli di 12 ore, partendo dalle 6 del mattino. Così quelle che per noi sono le 8 am qui sono le 2 am, e se dite all’idraulico “ci vediamo alle 9” non fate come me che l’ho aspettato tutta la mattina in casa, perché lui arriverà alle 3 del pomeriggio.

Insomma, il tempo scorre su due binari diversi: c’è l’european time, quello a cui siamo abituati tutti noi, e c’è l’ethiopian time, che qui regna sovrano. E non c’è dubbio, né bisogno di speciali calendari per capirlo, che il tempo etiope è decisamente più dilatato e rilassato di quello europeo…








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: