Squarti di bue

19 07 2010

Gli etiopi adorano mangiare carne, tanto che un loro prelibato piatto nazionale è composto da carne cruda tritata, tagliata dall’animale appena macellato a garanzia di freschezza.

Le macellerie ad Addis Ababa per me, che pur non sono vegetariana, sono state abbastanza uno shock. Mi spiego meglio: in Italia ero abituata a comprare la carne in asettici vassoietti al supermercato o tutt’al più a pezzi, più o meno grandi, dal macellaio, che li conserva in un pulito banco frigo.

Qui le macellerie che si vedono per strada sono poco più che baracche, con all’interno una rastrelleriera in legno, se va bene verniciata di bianco, se va male tutta scrostata e con il legno vivo a contatto con la carne, con appesa una carcassa di animale intera aperta in due. E magari fuori dal negozio una mucca che bruca l’erba a bordo strada ignara del suo destino…

P.S.: per tranquillizzare gli amici che ora sono preoccupati per il nostro intestino: noi la carne la compriamo al supermercato ferengi in asettiche vaschettine incellofanate, dove non so e non voglio nemmeno sapere quanto la paghiamo in più!








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: