Lo zabaione e gli obiettivi del millennio

24 04 2011

Domenica scorsa eravamo a pranzo da amici (tanto per cambiare si mangia!) e per l’occasione ho preparato un dolce con lo zabaione che ha riscosso un successo fenomenale (grazie alla mamma per la ricetta spedita appositamente via email dall’Italia!).
Gli amici hanno cominciato a chiedermi “come l’hai fatto?” e io ho iniziato a spiegare: “Prepari lo zabaione a bagnomaria con sei tuorli d’uovo, sei cucchiai di zucchero e sei gusci di marsala…” ma subito sono iniziati i problemi: ma come, lo cuoci? E ci metti il marsala? E i bianchi delle uova? A quanto pare la ricetta dello zabaione in Italia varia a seconda della latitudine: in Piemonte l’ho sempre mangiato come ho scritto sopra, a Roma chiamano zabaione l’uovo crudo con lo zucchero e con le chiare montate a neve unite successivamente, a Napoli è solo uovo sbattuto con zucchero. Stranamente non c’erano stranieri al tavolo, perché sono sicura che avrebbero riportato una versione differente.
Ora io mi chiedo e mi domando: ma se tra italiani non ci capiamo su una parola come “zabaione”, come fanno i potenti della terra a intendersi su concetti quali eguaglianza di genere, fine della povertà e della fame, educazione universale, sostenibilità ambientale, collaborazione globale?


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: