Pane e gatto

15 10 2010

Questo post lo dedico ai miei amici della panetteria italiana, miei fedeli lettori.

Vi racconto dove compro il pane, che per inciso appena sfornato è delizioso, qui ad Addis Ababa.

La panetteria che c’è vicino a casa vende, oltre all’injera, due tipi di pane, uno tipo filone e l’altro che assomiglia ad una girella, e due tipi di dolcetti, certi che sembrano muffin e altri a forma di ciambella ricoperti di cioccolato (e mosche, e vespe… e che per questo non ho mai assaggiato!).

La signorina che trovo sempre nel negozio, a qualsiasi ora io vada, è sempre molto cortese e mi ha conquistata come cliente dandomi sempre il pane appena sfornato, caldo e fragrante. A volte è capitato che piuttosto che vendermi qualche pezzo non freschissimo, mi dicesse di tornare più tardi: insomma, le attenzioni pagano e io ritorno volentieri da lei, che ha anche un occhio per l’igiene e mi serve sempre prendendo il pane con una busta di plastica ad uso di guanto.

Le attenzioni igieniche finiscono lì, perché gli scaffali dove è appoggiato il pane hanno la carta di giornale sul fondo, il pavimento del forno è in terra battuta e ogni tanto trovi in negozio un delizioso gattino rosso tigrato che non disdegna due coccole… è così che si sviluppano gli anticorpi, vero?

 


Azioni

Information

3 responses

16 10 2010
fedserica perosino

Ma quale onore per noi….il pane è un elemento primario, biblico,lo trovi in quasi tutte le culture e secondo mè quando hai fame non c’è niente di meglio che un bel panino con qualcosa dentro!Detto questo ,quanta fatica fare il pane, alzarsi di notte,compiere tutte le procedure che ci permetteranno di sfornare all’alba i nostri pani fragranti e profumati.Purtroppo un mestiere in via di estinzione per il troppo impegno e i troppi sacrifici da fare.Il futuro è che avremo solo posti dove venderanno pane decongelato e cotto..mangiate il pane finchè ancora lo faranno tradizionalmente.un bacio grande i vostri amici panettieri.Fede

20 10 2010
ferengiaddis

Tenete duro amici panettieri, la vostra è un’arte preziosa e… saporita!

28 01 2012
niki

Che fortunata! Qui il pane è quello orribile dolciastro!😦

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: